La Big Apple vista da me!

La Big Apple vista da me!

Dove alloggiare a New York? Come andare dall’aeroporto al centro della città? Cosa e dove mangiare? Queste sono solo alcune delle tantissime domande che ognuno di noi si fa prima di pianificare una vacanza nella Big Apple. E allora ragasse eccovi di seguito tutti i miei suggerimenti riguardo al vostro prossimo viaggio a New York City!

 NYC

 

Partiamo subito dai documenti, senza i quali, non potete partire! Per viaggiare negli States avrete essenzialmente bisogno del vostro passaporto (che deve avere validità di almeno 6 mesi prima della scadenza) e del Visto per gli Stati Uniti che si chiama ESTA, questo potete farlo direttamente online su questo sito: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/  ha un costo di 14$ e la sua validità è di due anni o fino alla scadenza del vostro passaporto.

Adesso invece passiamo alla valigia!

Come saprete la Big Apple si raffredda vertiginosamente a partire dalla seconda metà di ottobre, quindi se avete in programma di andarci fra novembre e marzo, vi consiglio di portare indumenti termici e pesanti. Io personalmente vi consiglio giacconi canadesi o comunque piumini molto coprenti; mi raccomando non dimenticatevi di mettere in valigia anche guanti caldi, berretti di lana o paraorecchie. Per quanto riguarda invece le scarpe la parola d’ordine per me quando preparo il bagaglio è: comodità! A New York si cammina tantissimo, io personalmente amo perdermi nell’ammirare la bellezza dei suoi angoli più remoti.
Se ci andate in pieno inverno comunque ricordatevi di mettere in valigia delle scarpe impermeabili all’acqua, a New York nevica parecchio! 


Neve a NY

 

Un’altra cosa assolutamente da non sottovalutare sono i calzini di lana e la famosa maglietta della salute da mettere sotto tutto, credetemi che il freddo di New York vi entra dritto nelle ossa.

Vi consiglio poi di non dimenticare un antibatterico per le scarpe, New York è molto sporca e se dovrete rimetterle in valigia, meglio disinfettarle prima.In qualsiasi farmacia o supermercato newyorchese potete trovare sia salviette disinfettanti che gel antibatterico per le mani, disinfettatevele spesso soprattutto se usate spesso la metro o luoghi pubblici molto affollati.

Ma passiamo invece al caricabatterie, la presa americana è diversa rispetto a quella europea, io ho avuto sempre esperienze negative con i convertitori che mi portavo dall’Italia, allora vi consiglio di comprarli direttamente sul posto (costano sui 3$ circa), potete comprare solo il pezzo che va nella presa al quale si può attaccare direttamente la presa usb del vostro telefono.

A NYC utilizzerete ovunque la carta di credito (anche per una banale bottiglietta d’acqua), quindi vi consiglio di non portarvi dietro tanti contanti.  

 

NY 

Ci siamo: la valigia è pronta (ragasse pronte ad affrontare tutte le temperature), il passaporto ed ESTA sono entrambi validi e i dollari sono in borsa, il volo intercontinentale non ci spaventa ma parliamo adesso di compagnie aeree. Fra le tante che effettuano voli transoceanici c’è American Airline che io non amo particolarmente: ha poca selezione di film in italiano e nessuno parla la nostra lingue sul volo. Delta invece a mio parere è un’ottima compagnia ma solo se vi tocca di viaggiare su un velivolo nuovo, quelli vecchi hanno spazzi davvero stretti, i sedili non sono dotati di monitor e i pasti che servono sono alquanto scadenti.

Alitalia invece per me è TOP, una volta comprato il biglietto io vi consiglio di scaricarvi l’app sul vostro telefono, a qualche giorno dal volo vi arriverà una e-mail nella quale vi proporranno un upgrade in asta (chi offre di più si aggiudica l’upgrade), dovrete inserire una cifra che la compagnia prenderà in considerazione per farvi viaggiare in Premium o Business (esperienza stupenda!) a 24 ore dal vostro volo vi arriverà la conferma o meno dell’accettazione della vostra offerta.

Per quanto riguarda il cibo invece, tramite il sito durante la prenotazione, potrete ordinare il vostro pasto (io generalmente prendo quello a base di pesce ed è ottimo!)

Piccola informazione! Quando si viaggia in Business o Premium si hanno 2 valige a testa, se vincete l’asta del upgrade, questa opzione valigia doppia non viene applicata; ve lo racconta una che l’ha poi pagata durante l’imbarco :( .Come compagnia che vola agli States c’è anche AirItaly ma io personalmente non l’ho mai presa, quindi non saprei dirvi esattamente come si viaggia.

In quanto al viaggio mi raccomando di arrivare in aeroporto 2 o 3 ore prima del volo, i controlli per viaggiare negli Stati Uniti sono ferrei e abbastanza lunghetti!

 

taxy gialli

 

Salirete sul vostro aereo e durante il volo avrete la possibilità di vedrete moltissimi di film stupendi in pieno relax (consiglio da amica: su alcuni voli di Alitalia e Delta ci si può connettere alla rete Wi-Fi, evitatela almeno in volo e approfittate delle 9 ore di volo per pensare a tutto quello che vorrete vedere, fidatevi, avrete costantemente il telefono in mano)

Inoltre, se avete scelto il pasto speciale, verrete serviti per primo, cosi potrete mangiare ed eclissarvi in un sonno profondo (non comodissimo se state volando in Economy, i sedili son davvero stretti!).

Se è la prima volta che visitate gli Usa (quindi è il vostro primo visto ESTA, dovrete compilare il modulo che vi danno a bordo), se invece siete già stati diverse volte non sarà necessario presentare il modulo ma sarà sufficiente solo il passaporto.

Ed eccovi arrivate a New York ragasse! Che emozione! “New York è una finestra senza tende” diceva un famoso libro, ed effettivamente a me sembra sempre una fotografia del mondo con la sua confusione, i suoi odori e i suoi rumori.

 

Ross a New York

 

Se è la seconda volta che siete negli Stati Uniti recatevi direttamente dai totem automatici (rapido e senza complicazioni), se invece vi esce la cartolina con una X sopra, allora dovrete rifare tutto con la guardia di turno :(.
Fatto tutto questo, siete finalmente con i piedi sul suolo americano, passate a ritirare i bagagli e seguite la Linea gialla dell’aeroporto. Quest’ultima vi porterà direttamente alla stazione dei taxi che a NY hanno una tariffa fissa di 52$ (dall’aeroporto di Jhon Fitzgerald Kennedy a Manhattan), durante le ore di punta il costo può alzarsi fino a 65$.

Per spostarvi a NY consiglio i taxi rispetto ad Uber che nelle ore di punta è molto caro. La Metro è sempre un’ottima soluzione: serve egregiamente tutta la città ed è molto semplice da prendere (anche in questo caso esistono diverse possibilità, dal singolo biglietto all’abbonamento per più corse).

 

Hotel New York 

Ma quali sono le migliori zone dove alloggiare ragasse?

A partire dalla 33esima strada siete circa a metà della zona di Manhattan, una delle zone più attraenti di New York dove sarete comode per raggiungere praticamente tutto camminando.

Io vi consiglio di evitare invece Time Square, troppo caotica e rumorosa per riposare.

Attenzione ragazze, sappiate che a New York le stanze degli hotel, per questione di spazi, sono piccolissime.
Sulla base della mia esperienza gli hotel più comodi e carini dove alloggiare sono:

- Life Hotel (31esima strada), selezionate se potete la camera Superior (più grandina)
- Melià Hotel(32esiam strada) molto bello e confortevole
- Hudzon hotel (zona Central Park) (molto bello ma camere davvero piccole, se gli spazi non sono un vostro must, allora ottimo! 
- Empire Hotel (zona Central Park) comodo per raggiungere Time Square
- Club Quarters Hotel (zona Tribeca) parte finanziaria e tranquilla la notte

Nel caso in cui non voleste andare in Hotel, vi consiglio di provare a cercare alloggiamento sulla pagina di Airbnb che ha deliziosi appartamenti in affitto a prezzi competitivi.

E le migliori zone da visitare?


NYC

 

NYC è suddivisa in blocchi e Avenue (strade), quindi vi consiglio, in base ai giorni in cui starete, le zone da visitare per giorno:

Le strade attorno a Central Park vi lasceranno a bocca aperta per la loro assoluta eleganza, ma d’altronde, non è qui che è stata girata la scena iniziale di Colazione da Tiffany con un’incantevole Audrey Hepburn? Qui è stupendo prendere la colazione d’asporto e farsela sulla panchina con intorno gli scoiattoli (se non fa troppo freddo!). Da Central Park potete camminare e visitare l’osservatorio del World Trade Center (con viste mozzafiato di New York) e io vi consiglio di non perdervi il museo della scienza, davvero molto interessante.

Infinite le cose che ci sono da visitare nella grande mela, dall’enorme cubo in vetro della Apple a tutti i negozi della quinta strada dove potrete fare dell’ottimo shopping (consiglio personale, se siete a NY nei mesi più freddi, andate a comprarvi sulla Quinta le maglie termiche e i 100 grammi da Uniclo, sono fantastici e vi proteggeranno dal freddo assurdo di alcune giornate).

In zona trovate il famoso Museo Guggenheim e molto vicino il Rockefeller Center, qui c’è la famosa pista di ghiaccio con l’albero di Natale più alto della città.

 

Natale NY

 

Sapevate che a New York c’è la piazza più famosa al mondo? Times Square è caotica, in continua evoluzione - frenetica, illuminata a giorno anche di notte, presa d’assalto dai turisti e il più possibile evitata dai newyorchesi - che si trovano a zigzagare isterici se diretti al lavoro o a teatro, qua vi consiglio di alzare la testa e godervi il panorama sui suoi grattacieli così incredibili, solo a pensarci ora mi sono venuti i brividi! Nell’aver visto così tanti film che sono stati girati lì, un po’ vi sembrerà di averci già vissuto, credetemi!

 Time Square NY

 

Vi sconsiglio vivamente di comprare souvenir a Time Square: sono molto cari e li potrete trovare alla metà del prezzo in molte altre zone della città meno turistiche.  

Vicinissimo a Time Square troverete Grand Station (sulla 42 esima), la famosa stazione dei treni set cinematografico di parecchi film (uno fra tanti “Amici di letto” con Mila Kunis e Justin Timberlake).

Vi consiglio di non perdervi inoltre il Metropolitan Museum of Art, molto vicino al Brian Park che si trova esattamente dietro alla National Library, assolutamente da vedere ragasse!

Un’altra zona che non ci si può perdere di NY è Chelsea, famosissimo per le boutique di grandi marchi e molto caratteristico; lì potete trovare, oltre a moltissime location della serie Sex and the City (tipo il ristorante Tao o Buddakan), l’Hotel Standard che ha al suo ultimo piano una stanza che si chiama Bum Bum Room, il costo di un drink è di 30$ ma vi assicuro che ne vale la pena, qui ho trovato il panorama più suggestivo sulla città!

Caratteristiche della zona sono le High line, vecchie ferrovie dimesse, sulle quali si può camminare ammirando uno scenario surreale della vecchia New York.

Curiosità: sempre in zona Chelsea troverete Eataly (vale la pena vederlo), il primo negozio di Victoria secret’s (a parer mio il più bello) e Macy’s meraviglioso e caratteristico centro commerciale del famoso film “Miracolo nella 34esima strada”.

 

Soho New York 

Adesso arriviamo alla mia zona preferite di New York: Soho! Zona decisamente cara (per questo non vi consiglio di prendere l’hotel in questa zona) ma tutta da visitare! La sua strada principale è Broadway, camminatela fino alla fine e vi troverete direttamente a Cina Town caratteristica e coloratissima ma anche sporchissima e piena di odori di cibo e fritto! Questa è una zona ricca di Speakeasy (locali a cui si può accedere solo attraverso una password).

A China Town è facile che per strada vi propongano di comprare oggetti contraffatti (borse, orologi, magliette ecc.) i pagamenti si possono fare solo i contati, io però vi consiglio di evitate di comprare, è molto pericoloso nel caso in cui ci fosse la polizia nei paraggi (sono previste multe salatissime!).

Altro quartiere sempre nei paraggi è l’Est Village, pieno di locali alla moda e persone stravaganti ma decisamente molto caratteristico!

Se siete a New York nel periodo di Natale sulla 14esima Strada trovate un delizioso mercatino caratteristico a Union Square, centro nevralgico di NY dove partono tutte le metro.

 metro NY

 

Avete mai sentito parlare invece di Ground Zero? Qui potrete salire sulla Freedom Tower e ammirare a 360 tutta la Grande Mela. Scendendo potrete farvi venire la pelle d’oca (e forse anche le lacrime) osservando il vuoto che le due Torri Gemelle hanno lasciato nel 2011. Un vuoto che è un buco nel cuore di ognuno di noi (troverete sempre qualcuno che lascia una rosa bianca).

Nelle vicinanze troverete Wall Street zona finanziaria e piena di uomini in carriera. Al Pier potete prendere un caffè e veder la gente correre affianco come nei film.

Giratevi tutta questa zona, molto bella!

 

Brooklyn Bridge

 

Il ponte di Brooklyn vi consiglio di attraversarvelo a piedi (non perdetevelo per nessun motivo al mondo), dall’altra parte del ponte troverete la zona più fotografata di NYC: Dambo.
Dambo camminatela tutta e con un taxi (che in quella zona sono verdi - mentre a Manhattan sono gialli) fatevi portare a Williamsbourg (se è sabato ci troverete un mercato molto carino), in questa zona potrete respirare un po’ di Brooklyn, con la sua aria sfacciatamente hipster.

Sempre nei paraggi troverete il quartiere ebraico e il quartiere italiano, insomma, vi conviene rimanerci tutto il giorno e visitarvi tutto con calma lasciando anche un po’ spazio all’improvvisazione: deviare dai vostri programmi per farvi sorprendere e scoprire angoli inaspettati di una città che cambia ad ogni angolo.

Ma adesso passiamo al cibo!

Ricordatevi che a New York la mancia è obbligatoria e va dal 18% al 25% a vostra discrezione, il 18% è il minimo ed è d’obbligo (mi raccomando, perché la vostra mancia è pressoché lo stipendio del personale).

Come catene per un pranzetto al volo:

Wagamama – catena presente in quasi tutte le zone di NY, servono cibo asiatico con cucina giapponese.

Le pan quotidien – Bakery-restaurant ottimo per le colazioni o il brunch

Le prêt a manger – ottimo per pranzi al volo con insalata, sandwich o wrap con ingradienti di buona qualità

Haru sushi – ristorante di sushi ottimo

100 Montaditos – catena spagnola dove mangiare tapas e nachos a volontà(in vacanza ce lo si può permettere).

 

Little Italy

 

Per una buona pizza:

Riviera – pizzeria ottima e dove potrete incontrare solo italiani
Da Marta – qua la pizza è sottile e croccante

Oppure potere trovare una pizza strepitosa, ma bisogna prenotare perché il posto ha pochi tavoli ed è molto piccolo – SONG E NAPULE.

Per il famoso brunch della domenica vi consiglio Sarabhet’s, lo trovate in vari punti della città.

Ristorante vegetariano stupendo e buonissimo anche per chi non è vegetariano è Abc Vegan (della stessa catena è l’abc cocina, cibo messicano) andateci perché penso sia il ristorante più buono in cui io abbia mai mangiato a NYC, il prezzo è alto perché si spendono circa 70$ a testa, ma ne vale decisamente la pena.

Chobani a Soho è top per uno spuntino sano e ci si incontra sempre qualcuno di famoso (io ho incontrato Keanu Reeves , Tom Cruise e Meg Ryan che è bellissima).

Se invece anche voi, come me, quando siete all’estero sentite la mancanza del cibo italiano e volete una cena molto romantica (ma con prezzi decisamente più elevati) vi consiglio:

  • Scarpetta
  • Bar Italia

Da Eataly potrete invece farvi la colazione italiana con brioche e cappuccino (buoni) e spenderete circa 8$ a testa più mancia. Altrimenti potrete farvi fare un panino per il pranzo a prezzi accessibili e con affettati e formaggi italianissimi e di qualità.

 

Eataly NY

 

Io personalmente vi consiglio di evitare catene americane che hanno un tipo di cibo decisamente troppo unto per le nostre abitudini! Invece visitate e mangiate (se ne avete voglia), da Whole Foods, supermercato con molte opzioni salutari a prezzi ragionevoli.

Per quanto riguarda invece i negozi economici dove comprare io vi consiglio di farvi un giro da:

  • Burligton
  • Dresses for less
  • Primark

Questi sono tutte catene enormi, dove troverete firme americane a prezzi molto scontati e anche qualche souvenir.

 

Fifth

 

Sulla Quinta Strada, avete l’imbarazzo della scelta, ma Saks Fifth Avenue soprattutto a Natale è da vedere sia fuori che dentro! Vicino trovate Madison Avenue e Lexington Avenue tutte piene di negozi da vedere (anche se non proprio accessibili). Una zona in cui potrete assolutamente azzardare con le compre invece è Soho.

Ricapitolando per me i periodi più belli in cui visitare NYC sono sicuramente Natale, non serve che ve lo dica, ma secondo me il Natale in termini di spirito natalizio l’hanno inventato negli Stati Uniti (parlo dal lato delle decorazioni sparse in tutta la città ovviamente!). Ecco tenete presente che la parte di NY più addobbata è quella dalla 42esima Starda alla 59esima - da Central Park a Time Square!

 ny Natale

 

In questo periodo dell’anno le vetrine della Quinta Strada sono pazzesche e indimenticabili!

Central Park soprattutto in questo periodo dell’anno (se poi trovate un po’ di neve ancora meglio) è pazzesca.

L’ultimo giovedì del mese di novembre si festeggia il Thanksgiving (giorno del ringraziamento) che quest’anno sarà il 28 novembre. Il venerdì che segue (quest’anno il 29 novembre) c’è, l’ormai famoso, Black Friday in cui potrete approfittarne per fare acquisti super scontati.

In estate nella Grande Mela fa molto caldo (come del resto in tutte le città italiane), questo vi consentirà di potervi godere e assaporare la città senza dover fare soste obbligatorie per riscaldarvi dal gelo invernale. I colori che questa città ha in estate e i tramonti che fanno capolino fra i grattacieli sono a dir poco mozzafiato!

 

Lucio ed io a NY 

Che dire ragasse? Vi immagino con il vostro cappuccino di Starbucks camminando in strada come delle vere newyorchesi…la Grande Mela ha da offrire tutto e il suo contrario, basta lasciarsi andare. E pensare subito, appena tornati a casa, a quando e come visitarla un’altra volta. Io credo di avervi fatto un quadro ampio sulla città in cui vado più spesso, nel caso rimango a disposizione :)
P.s. Ah…  E non dimenticatevi di mandarmi le vostre foto newyorchesi! ;)

Ross

Articolo precedente La spesa di stagione - Settembre
Articolo successivo Malta ed i suoi mille sapori

Commenti

Sabina - Settembre 12, 2019

Buongiorno Ross!! grazie per l’articolo, l’ho già letto un paio di volte :-))
Ti avevo scritto su IG qualche settimana fa per chiederti consigli per NYC ed eccomi accontentata. Grazie.

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

*Campi obbligatori