Vai al contenuto
Spedizioni in Italia gratuite per ordini superiori a 89,00€
Spedizioni in Italia gratuite per ordini superiori a 89,00€
Zucca pronta tutto l’anno: i segreti per una pulizia e conservazione duratura

Zucca pronta tutto l’anno: i segreti per una pulizia e conservazione duratura

La zucca è senza dubbio uno dei protagonisti indiscussi di questo periodo e, come ha potuto vedere dalle mie stories chi mi segue su Instagram, il mio orto ha iniziato presto a dare i suoi frutti. Delle sue proprietà e benefici vi avevo già parlato tempo fa in questo articolo. Con la sua dolcezza naturale e la versatilità in cucina, la zucca può essere utilizzata per preparare una miriade di piatti deliziosi, dalle zuppe alle torte, dai risotti ai dolci. Tuttavia, per sfruttare al meglio questo gustoso ingrediente, è essenziale sapere come pulire e conservare correttamente la zucca in modo da averla a disposizione anche nei periodo in cui non è di stagione.

Con l’aiuto di mia sorella Lisa nelle settimane di agosto ci siamo portate avanti pulendo le prime zucche del mio orto in modo da averle già pronte e pulite nel congelatore all’occorrenza. Qui vi spiego tutto il procedimento.

 

Pulizia della zucca: tutti i passaggi

La pulizia accurata della zucca è il primo passo per garantire che sia pronta per essere utilizzata in cucina. Ecco come farlo nel modo migliore:

  • Lavaggio iniziale: Prima di tutto, lava la zucca sotto acqua corrente per rimuovere lo sporco e i residui esterni. Puoi utilizzare un pennello a setole morbide per rimuovere le particelle più ostinate.
  • Asciugatura: Tampona delicatamente la zucca con un asciugamano pulito per rimuovere l'acqua in eccesso.
  • Taglio delle estremità: Usa un coltello affilato per tagliare entrambe le estremità della zucca. Questo renderà più facile tagliarla ulteriormente.
  • Taglio in sezioni: Taglia la zucca a metà o in quarti, a seconda delle dimensioni. Se la zucca è particolarmente grande, puoi rimuovere i semi e le fibre interne in questa fase.
  • Rimozione dei semi e delle fibre: Utilizza un cucchiaio per scavare via i semi e le fibre dall'interno della zucca. I semi non buttarli, poi ti spiego come utilizzarli.
  • Eliminazione della scorza: Se la ricetta richiede la zucca sbucciata, puoi ora utilizzare un coltello per rimuovere delicatamente la scorza esterna. Altrimenti, puoi lasciarla per conferire maggiore sapore alla preparazione.
     

Conservazione della zucca

Dopo aver pulito la zucca, è fondamentale conservarla correttamente per mantenerne la freschezza e il sapore. Ecco come farlo:

  • Refrigerazione: La zucca può essere conservata in frigorifero. Tagliala in pezzi più piccoli, avvolgili in pellicola trasparente o mettili in un contenitore ermetico e conservali nel reparto più freddo del frigorifero. Utilizza la zucca entro 5-7 giorni per ottenere i migliori risultati.
  • Congelamento: Se hai intenzione di conservare la zucca per periodi più lunghi, il congelamento è l'opzione migliore.
    Cotta: Sbollenta brevemente i pezzi di zucca in acqua bollente per alcuni minuti, quindi raffreddali rapidamente in acqua ghiacciata. Scola bene e metti i pezzi in sacchetti per congelatore o contenitori sigillati, assicurandoti di eliminare l'aria in eccesso. La zucca può essere conservata in freezer per 10-12 mesi.
    Cruda: Puoi anche congelarla direttamente senza sbollentarla ma inserendola a pezzi da cruda negli appositi sacchetti.

E visto che a noi non piace sprecare nulla, se hai estratto i semi dalla zucca è tempo di utilizzarli per fare quelle che a Modena chiamiamo romelline, ossia i semi di zucca tostati che sono degli ottimi e salutari snack da sgranocchiare davanti a un film o come aperitivo. Preparali è semplicissimo. Dopo averli lavati e asciugati, puoi tostarli in forno a bassa temperatura con spezie a piacere. Trovi la ricetta completa sull’app Cucinosano.

Articolo precedente Cosa fare a New York in 5 giorni
Articolo successivo Non la solita merendina: idee sane e nutrienti per la merenda